Acido ialuronico

L’acido ialuronico è un disaccaride presente in tutti i tessuti connettivi umani, compresa la cute.
Questa molecola è essenziale per la formazione della matrice di collagene e di fibre elastiche e per il mantenimento dell’idratazione cutanea.
Le alterazioni dell’acido ialuronico presente nella pelle contribuiscono, nel tempo, all’invecchiamento cutaneo.
L’acido ialuronico esiste naturalmente in tutti gli organismi viventi ed è un componente universale degli spazi tra le cellule dei tessuti del corpo (spazio extracellulare). Si tratta di una molecola che ha una struttura chimica identica sia che si trovi nei batteri, negli animali o negli esseri umani. Essendo quindi chimicamente identico in tutte le specie e in tutti i tipi di tessuto, l’acido ialuronico presenta una totale biocompatibilità.
L’uso dell’acido ialuronico è ben documentato oltre che nella medicina e nella chirurgia estetica anche in altri settori della medicina quali la chirurgia oftalmica e l’ortopedia.
Negli ultimi vent’anni, più di 30 milioni di persone sono state trattate con successo con prodotti a base di acido ialuronico.

TIPI DI ACIDO IALURONICO: L’acido ialuronico utilizzato in medicina estetica è il frutto di complesse sintesi di laboratorio ottenute con l’ausilio di biotecnologie.
Esistono 2 grandi famiglie di acido ialuronico:
• Acido ialuronico di origine aviaria
• Acido ialuronico di origine batterica Streptococcus equi detto anche NASHA (Non-Animal Stabilized Hyaluronic Acid)
L’acido ialuronico usato in medicina estetica è un gel sterile, viscoelastico, incolore e trasparente composto da molecole incrociate di ialuronato.
La migliore qualità e la durata dei tempi di riassorbimento dell’acido ialuronico dipendono dalla quantità di molecole di ialuronato e dai legami intermolecolari presenti in 1 ml di prodotto.

INDICAZIONI: Il trattamento a base di acido ialuronico è indicato per la correzione di:
• Labbra: pienezza e turgore e bordo vermiglio.
• Volume e contorno delle labbra.
• Pieghe (es. quelle nasolabiali).
• Rimodellamento del contorno del viso (es. guance e mento).
• Rughe (es. glabellari e commessure orali).
• Rughe perioculari (“zampe di gallina”).
• Esiti cicatriziali post-acneici.
• Esiti cicatriziali post-traumatici.
• Inestetismi dei tessuti molli.
• Rimodellamento del seno e del corpo.
• Esiti di rinoplastica.

Fig.1 Rughe fronto glabellari, perioculari e periorali.

Fig.2 Risultato.

Fig.3 Labbra sottili.

Fig.4 Risultato.

L’acido ialuronico viene iniettato in piccolissime dosi nelle regioni interessate mediante una siringa dotata di un ago sottilissimo.
Le iniezioni di acido ialuronico vengono effettuate in ambulatorio e il trattamento dura 15-30 minuti. Generalmente non è necessaria l’anestesia locale, ma talvolta può essere utilizzata una pomata anestetica soprattutto per il trattamento di zone più fastidiose come le labbra.
Solo nel caso di trattamento con fillers a lungo riassorbimento come il usati per il trattamento del mento o della regione degli zigomi, è consigliabile una anestesia locale o tronculare.

DURATA: L’acido ialuronico è un prodotto riassorbibile che può avere una durata che varia da 2 mesi a 1-2 anni.
L’acido ialuronico non è un filler permanente. Ciò significa che una volta iniettato, il prodotto viene progressivamente metabolizzato e quindi riassorbito dall’organismo con tempi variabili a seconda della zona trattata e del tipo di preparato utilizzato.

POSTUMI: Nelle prime 24-48 ore dopo il trattamento a base di acido ialuronico può apparire un lieve rossore e la zona trattata potrebbe risultare leggermente più gonfia rispetto al risultato che si vuole ottenere. Raramente si può verificare un piccolo livido nella zona di iniezione.
Dopo qualche ora è comunque possibile coprire la zona che è stata trattata con del trucco o del rossetto.